mercoledì 21 luglio 2010

Segno o son desto? -Be Pirla


Fotografato stamattina alla fermata Precotto della M1.

L'espressione in dialetto milanese "va a ciapà i ratt" (due t) letteralmente significa "vai a prendere i topi": attività che non promette niente di buono e, in effetti, finisce per essere una perdita di tempo. Come dire: vai a perder tempo da un'altra parte!

A me piace il dialetto (qualunque dialetto) perché è un parlare vivace, colorito, sentenzioso ed ha un suono spesso divertente, sempre fortemente caratterizzato, saporito, impressivo.

Ora, non mi stupisce che Diesel sperimenti una "localizzazione" dialettale della campagna mondiale Be Stupid: anzi, la trovo una sfida tosta per un copy.

Trovo invece scontato (e maschilista) il solito riferimento alla "topa" (più toscana che milanese). E poi mi domando se i giovani Stupid che comprano i jeans Diesel conoscono il milanese...

Ancora una cosa: era mica meglio usare "pirla", "piciu", "pistola" (molto più milanesi) invece che "stupid" , ecc. ecc.

3 commenti:

Paolo ha detto...

Pirla è senz'altro più milanese. Però la parola stupid è quella dello slogan Diesel. Più che altro è sbagliato "topa" che è espressione toscana e non milanese.

marco fossati ha detto...

certo, senza stupid l'annuncio non reggerebbe...

Laura* ha detto...

Pensa se lo stupid ed il messaggio fossero in dialetto veneto. Renzo Rosso in foto sarebbe il manifesto parlante. Stupid intuitivo : )

Related Posts with Thumbnails