mercoledì 8 giugno 2011

Da leggere -Words di Anne Sexton



Siate cauti con le parole,
anche con quelle miracolose.
Per le miracolose facciamo del nostro meglio,
a volte sciamano come insetti
e non lasciano una puntura ma un bacio.
Possono essere buone come dita.
Possono essere sicure come la roccia
su cui incolli il culo.

Ma possono essere margherite e ferite.
Io sono innamorata delle parole.
Sono colombe che cadono dal tetto.
Sono sei arance sacre sedute sul mio grembo.
Sono gli alberi, le gambe dell’estate,
e il sole, il suo volto appassionato.

Ma spesso non mi bastano.
Ci sono così tante cose che voglio dire,
tante storie, immagini, proverbi, ecc.
Ma le parole non sono abbastanza buone,
quelle sbagliate mi baciano.
A volte volo come un’aquila
ma con le ali di un passero.

Ma cerco di averne cura
e di essere gentile con loro.
Le parole e le uova devono essere maneggiate con cura.
Una volta rotte
sono cose impossibili da aggiustare.


(Questa versione italiana di Words, poesia scritta da Anne Sexton, l'ho trovata nell'archivio di Metaforum).

Ascoltatela in inglese, recitata dall'attrice Marian Seldes (video google).

2 commenti:

roberta buzzacchino ha detto...

ciao marco, grazie per aver condiviso questa poesia !

marco fossati ha detto...

ciao roberta, grazie per averla letta!

Related Posts with Thumbnails