mercoledì 2 aprile 2014

La pubblicità secondo Beppe Severgnini

Apro "Sportweek", settimanale della "Gazzetta dello Sport" (9 giugno 2007):

  • Run like you've never run before (Nike)
  • Life is now (Vodafone)
  • A product of free will (Volvo)
  • The fragrance for man (Bulgari)
  • Beachwear (John Richmond)
  • Sound mind, sound body (Asics)
  • Make waves (Speedo)
  • Daily Chic (Morellato)
  • Surfers only (Fiat)
  • Signatures Series/Oil drum (Oakley)
  • Welcome to the human network (Cisco)
  • Touching your heart (Yamaha)

... e queste sono solo le prime dodici pagine.

Il movente è chiaro: la lingua inglese porterebbe con sé un'idea di modernità, velocità e stile. Ed è proprio questa equazione che dobbiamo rifiutare. Anche l'italiano può essere moderno, veloce a avere stile. Basta saperlo maneggiare.

L'italiano Lezioni semiserie, Beppe Severgnini, 2007, Rizzoli.

Alcuni preziosi consigli di scrittura di Beppe sul sito italian4fun (dal quale ho preso anche la foto).

Nessun commento:

Related Posts with Thumbnails