sabato 4 dicembre 2010

La pubblicità secondo Laura Pariani

Nella nebbia serale che piano piano cala, Milano si sta illuminando di pubblicità. La città della superbia: slogan che corrono a grandi lettere sulle lampadine, subito incalzati da altri messaggi luminosi.

(...)

Il manifesto pubblicitario di una saponetta:

Con la sua persistente fragranza parigina

vi offre la carezza della schiuma di lanolina...
Ma va' dà via i ciapp, puresín che fa frinfrín col ghitarrín.

Da: Milano è una selva oscura, Laura Pariani, Einaudi.

1 commento:

Azzuzza dei Desideri ha detto...

‎scusate l intrusione: lo faccio per un buon fine

***** LETTERA AL BABBO NATALE CHE NON C' E' ***********

http://www.facebook.com/notes/mary-rosy/-lettera-al-babbo-natale-che-non-c-e-/10150142364349251

….

per il diritto a vivere in pace nella propria casa senza nessuno che te la distrugga apposta per farti andare via....

Premesso che solo io so quello che a mia mamma farebbe bene, e i guai che sopportiamo da 30 anni. Questa sarebbe la giusta soluzione, e rinuncerei pure al mio caro e amato LAVORO IN TELECOM pur di avere l' appartamento del piano superiore e vivere in pace senza che nessuno ci distrugga la scala, ci distrugga il portone, strappi i fili della luce della scala, ci minacci di morte, ci distrugga tutti gli interrutori e i campanelli o faccia a pezzi i gradini..



CARISSIMI SALUTI E BUONE FESTE ..............

Forse sono caduta in una trappola, ma ho deciso di fare quello che il mio istinto mi suggerisce per uscire da una catena infinita di danni contro me e mia madre
Quando Pandora apri il vaso, ne uscirono fuori tutti i mali, ma in fondo al vaso, rimase fermo un uccellino Azzurro: era la SPERANZA. Da qui nacque il detto - La speranza è l 'ultima a morire -
quando non avrò più indirizzi mail a cui mandare la mia lettera, tutte le mie speranze andranno in fumo.
GENTILISSIMI,
SCUSATE SE INOLTRO ANCHE A VOI, FORSE INOLTRANDO A TUTTI RISCHIO LA DENUNCIA E DI FINIRE IN CARCERE, MA PER LA MIA LOTTA HO DECISO DI NON RINUNCIARE AD OGNI MEZZO POSSIBILE, SE RINUNCIASSI MI SENTIREI IN COLPA PER NON AVER FATTO NIENTE

SAREI DISPOSTA A TUTTO, ANCHE A RINUNCIARE AL LAVORO IN TELECOM CHE IO AMO TANTISSIMO, PER AVERE L' APPARTAMENTO DEL PIANO 3, OLTRE A MANTENERE IL MIO AL PIANO 2, PUR DI FARE UN REGALO DI NATALE A MIA MADRE, RIPARARE IO TUTTI I DANNI E AVERE UN FUTURO DI SALUTE, PACE, E TRANQUILLITA' SENZA NESSUNO CHE CI DISTRUGGE LA CASA, LA SCALA, CI STRAPPA I FILI DELLA LUCE, CI ROMPE IL PORTONE, CI OCCUPA LE PORTE D' INGRESSO, CI FULMINA I CAMPANELLI.......

HO DECISO DI SCRIVERE A TUTTI, SPERANDO CHE LO STATO, NEL QUALE HO SEMPRE FERMAMENTE CREDUTO E CREDO TUTTORA POSSA INTERVENIRE PRIMA CHE QUALCUNO, PER FERMARE LA MIA PROTESTA CONTRO I CONTINUI SOPRUSI DI 30 ANNI ATTI, A MIO PARERE A FARMI LASCIARE L'APPARTAMENTO, DECIDA DI INTERNARMI IN MANICOMIO, FARMI PERDERE IL LAVORO E TUTTA LA MIA VITA.
ORA MI TROVO PURE CON GLI INQUILINI, CHE SENTENDOSI PADRONI DEL PALAZZO, OSTRUISCONO LE PORTE D' INGRESSO CON SACCHI DI GESSO, CASSETTE DEL GAS ( LASCIANDO IL CONTATORE DEL GAS FUORI SCOPERTO CON IL PERICOLO CHE NE CONSEGUE )FACENDO RISCHIARE UN INCIDENTE A MIA MADRE, QUANDO SCENDE LE SCALE PER ACCOGLIERE LA VICINA CHE VIENE A TROVARLA QUANDO NON CI SONO
LA LEGGE NON E’ UGUALE PER TUTTI A CALTANISSETTA

---- SENTENZA DEL TRIBUNALE ORDINARIO DI CALTANISSETTA ----
N. RUOLO 317/2003
REP. 948/06
N. SENTENZA 600/2006
PUBBLICATA 30/10/2006
---------------------------------------------------------
SENTENZA CON ERRORI LEGALI CHE SPIEGO IN QUESTA MAIL....

Related Posts with Thumbnails